L’esecuzione forzata, secondo l’ordinamento italiano, è il soddisfacimento, attuato in modo coatto, del diritto del creditore nei confronti di un soggetto debitore.

Abbiamo due tipi di esecuzione forzata:

  • espropriazione forzata: attinente alle obbligazioni pecuniarie e consistente nel pignoramento dei beni del debitore con conseguente loro liquidazione, in attuazione della garanzia generale prevista dall’articolo 2740 c.c.;
  • esecuzione forzata in forma specifica: attinente alle obbligazioni di consegnare, di fare e di non fare e consistente nel conseguimento coatto di quanto dedotto in prestazione.
    Particolare caso di esecuzione in forma specifica è quello relativo all’obbligo di contrarre, che si attua con una sentenza costitutiva che tiene luogo del contratto promesso, ma non concluso (articolo 2932 c.c.).
Share
Category :